Il libro del nulla

Il libro del nulla

libro-del-nulla

«Sosan è il Terzo Patriarca dello Zen. Parleremo di Sosan e delle sue parole. Se ascolti attentamente, all’improvviso sentirai diffondersi dentro di te il silenzio.
Queste parole sono atomiche, sono cariche di energia. Quando una persona che ha raggiunto la meta, dice qualcosa, la sua parola diventa un seme e per milioni di anni essa rimarrà un seme e cercherà un cuore in cui innestarsi.
Se sei pronto, pronto a diventare il terreno, queste parole, queste parole tremendamente potenti di Sosan — esse sono ancora vive, sono dei semi — entreranno nel tuo cuore, se tu le accoglierai, e ti trasformeranno completamente.» Osho ~ (… continua nel libro)

Il libro del nulla

Discorsi su “La mente fiduciosa” di Sosan, Terzo Patriarca dello Zen

Pagine 288 – Prezzo 18,50 euro

Non un semplice commentario su antichi insegnamenti di un Maestro Zen; bensì un Maestro Zen contemporaneo all’opera: ecco la diversità e la sfida che mette in campo questo libro. L’occasione di mettere a fuoco la propria essenza e le sue qualità esistenziali, e al tempo stesso di denudare la mente, vedendone i meccanismi abituali e i pregiudizi che impediscono di vivere la realtà.

Misteriosamente, Osho sembra operare a “mente aperta” sollecitando una consapevolezza sempre più lucida e risvegliata! E al termine di ciascun capitolo ci si potrebbe trovare a scoprire che il comune chiacchierio di fondo si è acquietato. Senza alcuno sforzo, sei stato catapultato nella dimensione di cui Sosan e Osho stanno chiacchierando in tutta tranquillità e scioltezza.

“La mente continua a venderti idee sul futuro. E non potrà mai fornirti alcuna merce, perché il futuro non arriva mai. Ogni volta che giunge, è sempre “presente”. La fornitura viene fatta nel presente, ma il mercante parla del futuro… la fornitura è qui, e la mente pensa in termini di speranza, sogno, immaginazione.
Accetta la realtà per ciò che tu sei e che il mondo è. Non cercare di cambiare nulla, ed ecco l’illuminazione… allora ogni cosa cambia, perché ora tu non sei più lo stesso. Se cambi qualcosa, nulla cambia.
Se invece accetti, tutto viene trasformato, diviene luminoso, è illuminato da una luce sconosciuta. All’improvviso, una musica che non hai mai sentito prima, viene udita; ti si rivela una bellezza nascosta. Si apre una porta, l’oscurità scompare, il sole è sorto.
Ma accade solo quando tu sei a tuo agio con te stesso. È un avvento; non è il risultato di sforzi tuoi. E, poiché non si tratta di un risultato, non devi sentirti infelice… cosa potresti fare? Sentiti felice per il fatto che non è una questione di sforzo: lo puoi realizzare in qualsiasi momento, non è più necessario rimandare.
La comprensione è accettazione. L’accettazione è illuminazione.”

Lo Zen nacque dall’incontro del pensiero dell’India con il pensiero della Cina, si potrebbe dire che sia nato dall’incrocio tra il pensiero del Buddha e il pensiero di Lao Tzu: è una rara fioritura tra le vette più elevate, l’unione tra quelle cime. Nella sua sintetica chiarezza, l’opera di Sosan contiene ed espone, soprattutto per immagini e metafore, l’essenza dello Zen.

Osho la commenta come solo lui avrebbe potuto, non soltanto rendendola accessibile a tutti, ma introducendo in maniera spontanea il lettore alla meditazione.

Il testo di Sosan, commentato da Osho, diventa quindi ancor più valido e importante: prepara a sperimentare in prima persona quel processo di illuminazione che è il vero destino dell’uomo.

Pagina dopo pagina, il lettore si trova suo malgrado a perdere quella nebulosità che giustificava una certa idea del mondo, e una vita separata dalla realtà: senza requie, si è richiamati a se stessi, al proprio essere, ad usare il proprio sentire per sperimentare il Reale nella sua immediata concretezza, nella sua realtà. La lettura diventa “il sentiero”, un viaggio che, partendo dalla sfera logica abituale, porta inevitabilmente a ritrovare se stessi.

Acquista ora